Il maestro soffiatore del vetro Massimo Lunardon ospite di Busatti Bologna per una emozionante performance live

Nell’anno in cui si celebrano i 185 anni dell’azienda Busatti, continuano le occasioni di festa nell’avamposto bolognese della storica azienda con sede nella piana di Anghiari, in Toscana, guidato da Giulietta Martelli, che, in cerca di nuovi stimoli dopo un passato tra i grandi marchi del fashion system e volendo rimanere sotto le Due Torri, ha raccolto la sfida di rilanciare questo negozio con un tocco molto personale.

In occasione della Bologna Design Week, ospite per una performance live “calda” e coinvolgente, Massimo Lunardon, artista veneto creatore di oggetti emozionanti di uso quotidiano per la casa in vetro. Mercoledì 27 settembre all’interno del negozio di via Santo Stefano è stato allestito l’affascinante laboratorio di questo mastro vetraio capace di scaldare il vetro e il cuore grazie all’utilizzo di una tecnica antica – soffiare il vetro a bocca e lavorarlo poi a mano – e da pochi ancora padroneggiata con così tanta abilità e leggerezza. Ed è proprio la leggerezza, come scriveva Calvino nelle sue “Lezioni americane”, caratteristica fondamentale per affrontare il nuovo Millennio e peculiare delle opere di Lunardon, una sottrazione di peso che non è frivolezza, al contrario, è anima dell’arte più vera. Lo si percepisce nell’artista come uomo e nelle sue creazioni, destinate non solo a collezionisti e appassionati, ma a tutti, oggetti di alto artigianato artistico capaci di regalare bellezza alla non sempre brillante routine quotidiana.

Busatti, l’azienda – Parte della produzione della storica azienda di Anghiari avviene ancora oggi su antichi telai. I disegni si rifanno ai motivi rinascimentali, attualizzati secondo le esigenze del mercato, ma sempre nel rispetto di quella grazia che è propria del marchio, seguendo linee più moderne che raccolgono la tradizione e la trasformano in modernità. La tessitura produce tessuti e biancheria per la casa di altissima qualità, offrendo la possibilità di un prodotto su misura, contestualizzato grazie a un’offerta completa. Non a caso sulla porta del negozio in via Santo Stefano si può leggere “sartoria per la casa” e si possono ammirare idee di letti imbastiti alla perfezione e tavole imbandite, entrambi corredati da oggettistica di alto artigianato di squisita fattura.

(Giulia Rossi - BOOP.NEWS)

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti una migliore navigabilità. Leggi le condizioni sul trattamento dei dati personali.

Accetto