Le creazioni di Silvia Bisconti per Raptus and Rose ospiti da Campomarzio70 Cortina

Ecosostenibilità e green sono i temi del Cortina Fashion Weekend 2017 – o #cfw2017, per i digital addicted – che dal 7 al 10 dicembre animeranno il cuore della località dolomitica. In queste giornate Campomarzio70, punto di riferimento consolidato per chi ama profumi di ricerca e storie straordinarie, cambierà veste, nel senso più letterale del termine! Ospiterà infatti le creazioni di Silvia Bisconti e del suo brand Raptus and Rose (l’8 alle 18.30 un cocktail su invito), trasformando il proprio spazio in un atelier sartoriale aperto a tutte le donne.

Un connubio che non è casuale. Nella sua ricerca di collaborazioni artistiche intorno al profumo, Campomarzio70 ha individuato in Raptus and Rose un processo creativo che è simile a quello dei nez, i “nasi” profumieri. In entrambi i casi si parte da materie prime ricercatissime, provenienti da tutto il mondo; in entrambi i casi la fonte di ispirazione sono i viaggi, le esperienze personali, le emozioni più intime; in entrambi i casi la produzione è essenziale e ridotta in termini di quantità: volendo conservare una qualità di prodotto altissima, la duplicazione in serie non è prevista.

In entrambi i casi, l’obiettivo finale è quello di emozionare: l’olfatto è il senso del cuore, ha detto qualcuno, è quello in grado di riportare alla memoria momenti del passato facendoci viaggiare nel tempo e nello spazio.

Proprio come fanno le creazioni di Silvia Bisconti: piccole edizioni limitate e pezzi unici, modulati intorno a modelli dal taglio essenziale – pijama pant, cappottini smilzi, maglie morbide, qui proposte con un’attenzione particolare a tema e contesto del Fashion Weekend – realizzati con cuciture sartoriali, preziosi ricami, tinture e stampe a mano che raccontano di viaggi nel mondo alla ricerca di tessuti multicolor ma anche di avanzi di abiti con storie belle, che meritano di essere rigenerati e ricreati: sete pelle d’ovo, organza di cotone, lamé d’oro, jersey in lurex, broccati e tessuti vintage.

Racconta Silvia Bisconti: “Viaggiare è l’inizio di ogni nuovo progetto Raptus and Rose. Viaggiare attraverso le ampiezze del mondo e in luoghi sconosciuti. Viaggiare persino dove non si può più tornare con i piedi, ma solo con il cuore, sulle orme del tempo amato. Raptus and Rose non è solo un negozio – anche perché non esiste davvero, fisicamente – non è solo una sartoria. È un luogo di trasformazione, ricerca, invenzione”. Le mani appassionate di Silvia sanno accogliere ogni desiderio di bellezza, consegnarlo al sapere di altre mani e tradurlo in oggetti da indossare. Ogni abito una storia. Ogni storia una donna. Ogni donna un mondo. Che si esprime con leggerezza e libertà.

A lei fa eco Fabrizio Di Liello, responsabile retail di Campomarzio70 insieme al fratello Valentino e al padre Gianni: “Per chi, come noi, ha fatto della contaminazione artistica un valore tangibile nella proposta non solo di profumi, ma anche di accessori, per la persona e per la casa – L’Objet, Fornasetti, Chez Dédé, Corallia sono tra i brand più apprezzati, per citarne alcuni –  la collaborazione con Raptus and Rose rappresenta un’ulteriore evoluzione verso un’identità sempre più forte e caratterizzata.”

IL PROGRAMMA

L’8 dicembre l’Essential Store Campomarzio70 in Piazza Pittori Fratelli Ghedina 9 a Cortina si trasformerà nell’Essential & Sensorial Pop Up Shop. Chi ne varcherà la soglia (quel giorno su invito con un cocktail alle 18.30 e, a seguire, aperto al pubblico fino a domenica 10 dicembre),  si troverà a viaggiare intorno al mondo, tra ispirazioni estetiche e sensoriali in dialogo costante. All’interpretazione dei temi del Fashion Weekend verranno associati i capi e i profumi che meglio li esprimono.

LA DESIGNER

La passione per la moda della fashion designer Silvia Bisconti l’ha condotta dai corsi all’Istituto Marangoni di Milano all’atelier di Romeo Gigli – di cui è stata a lungo l’assistente – e poi alla direzione creativa di Malìparmi, brand che ha seguito per dodici anni prima di dare vita, tre anni fa, al suo progetto di moda Raptus and Rose. Dopo tanti anni seguendo regole e rituali del fashion system, Silvia ha sentito prepotente il desiderio di cambiamento e il rifiuto di una moda – ma anche di uno stile e di una filosofia di vita – che si svolge in spazi chiusi, tra poche persone e con una forte autoreferenzialità. “Sentivo la necessità di una Moda Liberata, che vestisse donne vere, con corpi veri, alte, basse, magre o robuste, giovani e mature. Donne con storie e vite autentiche” LaModaLiberata e LaBellezzaCiSalverà sono il respiro di Raptus&Rose. La Bellezza è vestire le donne ascoltando la loro anima, risvegliando la loro passione. La Bellezza è fare vestiti per le donne che le donne possano amare a prima vista e poi amare per sempre. La Bellezza è cercare le differenze. La Bellezza è non avere paura di sperimentare. La Bellezza è ridare nuova vita ai tessuti che oramai giacciono senza vita. La Bellezza è trovare l’equilibrio tra i vuoti e i pieni.

CAMPOMARZIO70

Felice esempio di family business che si trasforma e sviluppa nel tempo – per quattro generazioni la famiglia Di Liello è stata attiva nei profumi, prima solo su Roma e oggi anche a livello internazionale – Campomarzio70 rappresenta la qualità e l’innovazione del made in Italy nel mondo nel settore luxury e beauty. Il brand, che è anche distributore di oltre venti tra i più importanti marchi di profumeria artistica (Xerjoff, Casamorati, Maison Francis Kurkdjian, Roja Dove, Memo, Zenology, Mona di Orio,per citarne alcuni), ha attualmente in attivo tre punti vendita a Roma, e altri 6 tra Milano, Cortina, Porto Cervo, Ravenna, Sofia e Forte dei Marmi, così come quattro shop-in-shop tra Napoli, Roma, Cagliari e Salò.

www.campomarzio70.it

(Giulia Rossi - BOOP.NEWS)

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti una migliore navigabilità. Leggi le condizioni sul trattamento dei dati personali.

Accetto