Nuovo brand di borse Amahra, l’estate in versione casual chic

Bastano pochi tocchi e, come per magia, l’ordinario diventa subito straordinario, il look più semplice si trasforma. Questo è l’obiettivo di Amahra, giovane brand made in Italy nato dal desiderio comune di tre imprenditrici, mamme e amiche, di investire capacità e passioni in nuova avventura. Accompagnate da un bagaglio di nozioni ed emozioni acquisite negli anni – con esperienze nel mondo della moda e del design, dello spettacolo e del marketing – Martina Bartomeoli, Marilena Incutti e Chiara Lopedote debuttano nel 2016 con la presentazione della collezione invernale borse di Amahra.

Con sapienti giochi di forme e colori, l’estate 2017 di Amahra conquista per la sua allegria casual chic e la sua varietà di colori e modelli, soluzioni stilistiche che permettono di sentirsi sempre pronte e perfette, in ogni momento della giornata e in ogni occasione. Shopper, pochette, zaino e tracolla sono declinati in diverse colorazioni e realizzati in vitello nappato, perfetto per evidenziare la leggerezza della rouche, segno distintivo della collezione borse “Rouches”.

La pelle liscia è scelta per esaltare l’eleganza e la resa delle sue morbide onde, un dettaglio, un vezzo che strizza l’occhio a una donna dinamica, sempre in movimento, che non si arrende all’omologazione e si contraddistingue, con l’accessorio giusto, per classe e raffinatezza. Divertente e di forte impatto è l’utilizzo del colore, un gioco di doppia colorazione che non stanca mai e rispetta il messaggio casual chic del brand, una palette che si compone di tante sfumature lasciando spazio alla fantasia e all’originalità. L’attenzione è per il dettaglio, che ricorre e non è mai banale, particolare di una ricerca dell’eleganza sofisticata e di una cura dell’artigianalità che esalta la bellezza più pura dell’arte di bottega made in Italy.

(Giulia Rossi - BOOP.NEWS)

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti una migliore navigabilità. Leggi le condizioni sul trattamento dei dati personali.

Accetto