Personale di Gino De Dominicis allo Studio Giangaleazzo Visconti di Milano

Lo Studio Giangaleazzo Visconti il giorno 13 marzo inaugura con diciotto lavori una mostra di Gino De Dominicis. Diciotto ostaggi di un’opera avvolta in un mistero sempre più fitto e di un artista che fu e continua ad essere la “primula rossa” dell’arte italiana. Una selezione di opere, straordinarie ed enigmatiche allo stesso tempo. Lavori che spaziano dal 1969 agli anni novanta toccando le classiche e originali tematiche della sua poetica.

Prima fra tutti la sua ossessione per la ricerca dell’immortalità che trova nella storia dell’antica Mesopotamia, nei Sumeri in particolare, la fonte d’ispirazione di De Dominicis. Il mitico eroe sumero Gilgamesh, re di Uruk, si fa alter ego dell’artista che come lui anela all’immortalità. Il profilo di Gilgamesh viene rappresentato insieme ad Urvasi, ninfa indiana resa immortale dalla sua bellezza.  Artista dal linguaggio autonomo e originale, Gino De Dominicis è scomparso nel 1998 e ancora oggi attorno alla sua vita e alla sua morte rimangono numerosi interrogativi. La mostra prosegue fino al 31 Maggio 2018.

 

Gino de Dominicis

Milano, Studio Giangaleazzo Visconti (c.so Monforte 23)

13 marzo 2018 – 31 maggio 2018

Orari: da lunedì a venerdì, 10.00 – 13.00; 14.30 – 18.00

(Giulia Rossi - BOOP.NEWS)

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti una migliore navigabilità. Leggi le condizioni sul trattamento dei dati personali.

Accetto