Singapore’s 1st Agri Food Innovation Park: Time to Start

Due recenti conferenze a Singapore, la Asia Pacific Agri Food Innovation Week e FIA-BSI Future Food, hanno fatto da palcoscenico a stravolgenti rivelazioni. L’Asia vedrà’ aumentare la popolazione di 260 milioni di persone in dieci anni, sono necessari 800bilioni di $ di investimento per far fronte al bisogno di cibo crescente e per combattere anche il problema della malnutrizione. Una ricerca pubblicata da Rabobank, PwC e Temasek rivela la strada da fare, e cosi’ la buona notizia che i soldi sono disponibili. Tali investimenti permetteranno crescite di mercato pari al 7% annuo. I paesi che ne beneficeranno per implementare food innovation hub all’avanguardia paiono essere la Cina in primis, poi Singapore e Bangalore (India). Adam Lyle di Padang & Co ha invitato i partecipanti alla conferenza di Rethink, e gli attori internazionali con cui lui e’ in contatto, tra cui c’e’ Valerio Nannini del Future Food Network, a trovarsi attorno ad un tavolo nelle prossime settimane e pianificare la realizzazione del primo Agri Food Innovation Park del Sud Est Asiatico. Il Governo di Singapore ha dichiarato di volerlo inaugurare nel secondo quadrimestre del 2020. Pronti a questa nuova, per la salute di tutti.

Leggi di più

WORLD CHAMPIONS GELATO BETWEEN INNOVATION AND SUSTAINABILITY

Le aziende del “fabulous team” italiano della Coppa del Mondo della Gelateria, evento organizzato da SIGEP – Italian Exhibition Group (IEG) e Gelato e Cultura, dal 19 al 21 gennaio 2020 nella Hall Sud del quartiere fieristico riminese di IEG durante il grande Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè – svelano tendenze e strategie per “cavalcare” questa e le prossime stagioni.
“In Italia un trend in crescita è sicuramente legato al consumismo consapevole, un ritorno alle origini con il desiderio di un prodotto di qualità, autentico e locale– rivela Marco Casol, Managing Director di PreGel -. Ad esempio la Nocciola IGP e il Pistacchio puro, e un trend intramontabile per PreGel è lo Zabajone. Quando si è presentata l’occasione di sponsorizzare la Coppa del Mondo della Gelateria, non abbiamo esitato a metterci in prima linea, per sostenere ricerca e sviluppo dei migliori sapori del mondo. Desideriamo dare voce ai campioni in gara: abbiamo appena lanciato un progetto digitale che presenta attraverso ricette esclusive la passione e la professionalita’ dei protagonisti del Campionato (la prima ricetta qui https://pregel.it/gelato-world-cup/). Il gelato artigianale è simbolo di bontà, tradizione e genuinità: vogliamo e dobbiamo rappresentarlo in ogni parte del mondo, soprattutto nei paesi con maggior potenziale di crescita”.
“La domanda del Cioccolato sta vivendo una rivoluzione, e non solo per le raccomandazioni dei nutrizionisti. Se la sua valorizzazione come materia prima indispensabile è partita dalla ristorazione, oggi gelatieri e consumatori percepiscono chiaramente la differenza con il gelato a base di polvere di cacao – spiega Igor Maiellano, Direttore Italia Valrhona –. Siamo stati i primi ad introdurre, tramite i Grands Crus, il concetto di territorialità. Nel mercato italiano vincono P125 Cœr de Guanaja, con ridotto contenuto di burro di cacao, e Tulakalum, privo di lecitina. Abbiamo creduto fin dall’inizio nella Coppa del Mondo della Gelateria. La gara è cresciuta sotto tutti gli aspetti e nel 2020, oltre allo sviluppo di nuovi prodotti che sposano le richieste dei campioni, curiosi e coraggiosi per definizione, abbiamo voluto inserire gli ultimi marchi entrati nel gruppo: Sosa Ingredientes e Norohy Vaniglia. Da sempre Valrhona, oltre a produrre materie prime, è una piattaforma di servizi, supporto e formazione per gli artigiani”.
“Gelateria, Pasticceria, Panificazione e Ristorazione convivono in modo sempre piu’stretto, non e’ solo un trend all’interno delle cucine professionali. Electrolux sostiene la Coppa del Mondo della Gelateria dalla prima ora, e proprio grazie al dialogo con i campioni, e’stato deciso di presentare un nuovo concetto di Abbattitore, capace di fare sia “freddo” che “caldo” – dichiara Andrea Grandi, Responsabile Cook&Chill per il mercato Italia di Electrolux Professional -. Inglobando cinque apparecchiature in meno di 1 m², SkyLine ChillS permette di ottimizzare lo spazio in laboratorio riducendo l’investimento in ulteriori macchinari. E’ un sistema di lavoro completo: da cella di lievitazione a ferma lievitazione, scongela rapidamente, prepara cioccolato pronto da trasferire in temperatrice; diventa una macchina specifica per la gelateria, puo’ produrre yogurt. Gestisce, ancora, la produttività in notturna, anche dei lievitati, e si sincronizza con il forno SkyLine, così che quest’ultimo vada automaticamente in preriscaldo”.
I fans e tutti i gelato-lovers possono avere aggiornamenti in tempo reale sul sito coppamondogelateria.it e sui rispettivi profili Facebook e Instagram. L’hashtag confermato per la prossima edizione è #CMG2020.
I numeri del gelato
Il gelato artigianale è presente in 76 Paesi, di tutti i continenti, con l’Europa in prima fila, con i mercati principali in Italia, Germania, Spagna e Polonia. Paesi emergenti nella domanda sono Austria, Francia, Belgio e Olanda, la diffusione è sempre più ampia anche nei mercati dell’Europa dell’Est. In Europa, le vendite di gelato hanno raggiunto i 9 miliardi di euro, cifra che rappresenta il 60% del mercato mondiale. La crescita è costante, a ritmo del 4% annuo; gli addetti sono 300.000.
In Italia, il Paese con la maggiore diffusione sono circa 39.000 le gelaterie (10.000 specializzate e 29.000 bar e pasticcerie con gelato artigianale) che danno lavoro a circa 150.000 addetti e realizzano un fatturato di 2,7 miliardi di euro, pari a quasi il 30% del mercato europeo. In Germania si contano invece 9.000 gelaterie (di cui 3.300 sono gelaterie pure), 2.000 se ne trovano in Spagna e 1.800 in Polonia. Per quanto riguarda il resto del mondo, si contano oltre 40.000 gelaterie, con in testa mercati quali Argentina, Stati Uniti, Brasile, e si registra una crescente importanza nei mercati del lontano Oriente quali Cina, Corea, Malesia e in Australia. Il fatturato globale supera i 15 miliardi di euro.
Fonti: Acomag, UIF, Coldiretti, Confartigianato, Osservatorio Sigep, Uniteis, Sistema Gelato, modeFinance

Leggi di più

THE HOUSES OF GELATO CHAMPIONS ARE BORN

Doppia sterzata di novità alla Coppa del Mondo della Gelateria, organizzata da SIGEP – Italian Exhibition Group (IEG) e Gelato e Cultura, dal 19 al 21 gennaio 2020 nella Hall Sud del quartiere fieristico riminese di IEG durante il grande Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè.
Italia e Francia – le nazioni più forti, che fino ad oggi hanno vinto in rispettosa alternanza le varie edizioni della Coppa, e nel 2020 per la prima volta dopo tanti anni si affronteranno vis-a-vis – hanno finalmente i loro club “Coppa del Mondo della Gelateria”. Nati, neanche a dirlo, a pochi giorni di distanza.

“E’ stato finalmente raggiunto un obiettivo importante sia a livello concreto che simbolico”, dice Pierpaolo Magni, pluripremiato gelatiere e pasticciere, fra i fondatori dell’AMPI, campione del mondo di gelateria e neo-eletto presidente del Club Italia. Una data storica: il 12 giugno, un luogo-simbolo: Cast Alimenti, dieci fondatori: Magni, presidente, Amelio Mazzella, vice-presidente, Leonardo Ceschin, Antonio Capuano, Luigi Tirabassi, Gaetano Mignano, Stefano Venier, Franco Cesare Puglisi di Editrade e Emanuela Balestrino di Chiriotti Editori.

“La Casa dei Campioni del Mondo di Gelateria ora è realtà– continua Magni -, siamo fieri di essere italiani e di rappresentare il nostro Paese con un’eccellenza, siamo uniti e a disposizione dei campioni di oggi e di domani”.

Si parla di un contributo in termini di cultura, saper fare, esperienza, la marcia in più di chi sa cosa significa essere arrivato sul gradino più alto del podio. Un patrimonio prezioso che farà la differenza nella preparazione lunga ed impegnativa della squadra italiana, rappresentata nel giorno della fondazione dallo chef Marco Martinelli, presente per portare l’adesione ai valori del Club e il ringraziamento degli altri componenti: Eugenio Morrone, gelatiere, Massimo Carnio, pasticciere e cioccolatiere, e Ciro Chiummo, scultore di ghiaccio. L’Italia sarà allenata da un altro Campione del mondo, riconosciuto esponente del settore, “l’esteta della gelateria”, specialista di intagli di frutta e vegetali Beppo Tonon.

Qualche giorno prima all’Ecole Valrhona di Tan l’Hermitage, terminate le selezioni della squadra francese che parteciperà alla Coppa della Gelateria 2020, è stato costituito il Club Francia, su iniziativa del compianto presidente della Confédération Nationale des Glaciers de France Elie Cazaussus. Medesimi obiettivi e valori: la priorità è supportare la squadra francese che combatterà a colpi di gusto La composizione del team è ufficiale: a far da Capitano sarà Stephane Auge’, Mof, pluripremiato campione di gelateria e in squadra Yoann Hasselbein, Adrien Lamy e Francois Simon.
Il coordinatore dell’evento che ha dato vita al Club Francia è stato Vincent Bouè, Mof 2018. La selezione della squadra francese ha costituito il primo evento pubblico del club, voluta dal prezioso amico Elie Cazaussus “per incorniciare e sostenere i gelatieri francesi nelle competizioni nazionali e internazionali”. Presidente onorario, Jean-Claud David, coordinatore Emmanuel Ryon. Al Club sono già iscritti campioni del calibro di Cristophe Domange, Remi Montagne, Christophe Bouret, Stephane Auge’, Jean Thomas Schneider, Benoit Charvet e Gerard Cabiron.

“Elie ha vinto molte competizioni – dice Stephane Augè -: voleva creare una comunità di persone che potessero aiutare le squadre del futuro a preparare e vincere i campionati. Un altro obiettivo era quello di raccogliere e condividere la conoscenza del gelato. I vincitori del Bocuse d’Or hanno un club per sostenere la loro squadra, così i vincitori della Coupe du Monde de la Patisserie: era venuto il momento di creare il nostro, con competenze specifiche, nel gelato e nei campionati. Il team francese sarà supportato da consulenti tecnici e professionisti. Contiamo che ciò li aiuti a mantenere alto il livello nel tempo, migliorare e crescere nella propria comunità. Il Club Francia ha anche l’obiettivo indiretto di accrescere la reputazione e l’immagine del mestiere di gelatiere nel grande pubblico”.

Con il supporto del Club Italia e Francia – Coppa del Mondo della Gelateria, queste due squadre daranno filo da torcere agli avversari a gennaio 2020. Il Presidente Giancarlo Timballo invita tutte le nazioni a creare club di sostegno per le squadre che partecipano alla gara più golosa del mondo. Quale sarà il prossimo club a prendere vita?

I fans e tutti i gelato-lovers possono avere aggiornamenti in tempo reale sul sito coppamondogelateria.it e sui rispettivi profili Facebook e Instagram. L’hashtag confermato per la prossima edizione è #CMG2020.

Leggi di più

GELATO WORLD CUP 2020: 11 PARTICIPATING TEAMS HAVE BEEN ANNOUNCED

Gli allenamenti per la nona edizione della Coppa del Mondo della Gelateria – evento biennale firmato da SIGEP di Italian Exhibition Group e Gelato&Cultura, che confronta la cultura e la preparazione di professionisti della gelateria, pasticceria, scultura di ghiaccio ed alta gastronomia selezionati tra i migliori esperti nei cinque continenti – sono iniziati.
Le squadre selezionate per la Coppa del Mondo della Gelateria 2020 passano dall’Asia all’America Latina, con un cuore europeo che non è mai stato così forte.
I Paesi che si affronteranno a colpi di gusto, dal 19 al 21 Gennaio 2020 alla Hall Sud del Sigep di Rimini sono: Messico, Singapore, Malesia, Giappone, Germania, Italia, Francia, Spagna, Polonia, Argentina e Colombia.
Per la prima volta nella storia, le squadre provengono da selezioni ufficiali coordinate dal Comitato d’Onore, realizzate negli ultimi 16 mesi in quattro continenti. Dalle gare alla Feria Internacional del Helado a Città del Messico (febbraio 2018) alla Asian Gelato Cup all’FHA di Singapore (Aprile 2018), dal Longarone Eis Challenge, dicembre 2018, al Sigep Gelato D’Oro (gennaio 2019), dalle selezioni a Varsavia (Expo Sweet) e a Madrid (Intersicop) a febbraio 2019, fino alle recenti competizioni nella sede Valrhona di Tain l’Hermitage e a quelle realizzate presso il Fithep a Buenos Aires, gelatieri, pasticceri, scultori di ghiaccio ed executive chefs di tutto il mondo si sono sfidati con spatole, mantecatori, vaschette e ingredienti di prima qualità!
Dopo anni di partecipazione alternate, Francia e Italia combatteranno finalmente sullo stesso palco, questi Paesi hanno già improntato strategie precise e l’attesa è… bollente.
Solo un posto è ancora disponibile: il Comitato sta vagliando le proposte di tre Paesi (Australia, Ungheria e Marocco), tra pochi giorni il verdetto finale.
I Team managers hanno ancora alcuni mesi per finalizzare i dettagli della loro partecipazione.
Il Presidente della Coppa del Mondo della Gelateria, Giancarlo Timballo, svela due importanti novità:
“La prova della coppa decorata è stata sostituita dalla monoporzione in vetro, soluzione di tendenza che sta conquistando il settore in ogni angolo del pianeta; tutte le altre gare rimarranno invariate. Mentre ringraziamo l’azienda Comprital per aver sponsorizzato numerose edizionI della CMG, siamo lieti di annunciare l’ingresso di PreGel come Platinum Sponsor della competizione; si confermano, invece, Valrhona, Electrolux, Carpigiani”.
Ciascuna squadra sarà composta da un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio guidati da un team manager. Cosa ci possiamo aspettare? 60 concorrenti, 14 giudici tecnici, 7 giurati di stampa internazionale, 3 giurati artistici e 8 prove di gara in 3 giornate (vaschetta di gelato decorata, monoporzione in vetro, mystery box, torta artistica gelato, entrée di alta cucina, scultura in ghiaccio e in croccante e il nuovo trend di snack di gelato, oltre al gran buffet finale, ovvero la presentazione di tutti gli elaborati).
I fans e tutti i gelato-lovers possono avere aggiornamenti in tempo reale sul sito coppamondogelateria.it e sui rispettivi profili Facebook e Instagram. L’hashtag confermato per la prossima edizione e’ #CMG2020.

Leggi di più

Tamu Group becomes first Singapore company to join Food Industry Asia’s Innovation Group

Tamu Group è la prima azienda singaporeana a diventare partner d’innovazione del gruppo societario Food Industry Asia (FIA), che anche quest’anno organizza nellaCitta’ del Leone il Summit “the Future of Food”. La data prescelta quest’anno e’ il 25 aprile: I piu’importanti attori dell’industria alimentare dell’Asia Pacifico si riuniranno all’interno dell’iconico Marina Bay Sands per parlare di innovazione, sostenibilita’, benessere.

Leggi di più

La tavola delle meraviglie di Food Design Stories

Pronti a vivere l’esperienza più magica del Fuorisalone2019? Arriva nel cuore del Brera District, al Fioraio Bianchi Caffè, la mostra Food Design Stories, un viaggio “tra le nuvole” fatto di racconti legati al mondo della tavola, con oggetti realizzati da giovani e talentuosi designers emergenti italiani. Dieci i brand selezionati, per un corpus di oggetti meravigliosi che andranno a comporre LA TAVOLA DELLE MERAVIGLIE di Food Design Stories raccontando piccole, grandi ed emozionanti storie del design contemporaneo autoprodotto e Made in Italy.

Leggi di più
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti una migliore navigabilità. Leggi le condizioni sul trattamento dei dati personali.

Accetto